Chiuso la 6a edizione di Barawards, che premia aziende, locali e professionisti del fuoricasa. Paolo Brunelli conquista il Premio Van Houten Pasticcere/Gelatiere dell’anno. Casa Manfredi il Premio Bar Pasticceria/Gelateria dell’anno

Sono stati svelati ieri, con una premiazione che per la prima volta si è tenuta in modalità “virtuale”, i vincitori della nuova edizione di Barawards 2020, il premio indetto da Dolcegiornale, Bargiornale, Ristoranti e Hotel Domani, arrivato ormai alla sesta edizione. Una sessantina gli ospiti fra i protagonisti della diretta, in rappresentanza delle 27 categorie di premi assegnati a locali, professionisti e aziende del settore. Premi che, da sempre, hanno lo scopo di mettere in luce la professionalità, la capacità di fare innovazione e la resilienza dei locali, dei professionisti e delle aziende del fuori casa nello scorso, difficile anno. Sono nominativi che, nei mesi passati, sono emersi da auto-candidature, poi validati e selezionati da un panel di 100 esperti del settore e infine messi on line e votati dal pubblico. Scopri tutti i vincitori qui

Scarica su Premium.Bargiornale.it lo speciale Barawards 2020

Locali e professionisti di pasticceria e gelateria

Nel mondo dolce, sono in particolare, due i trofei in lizza: il Premio Van Houten Pasticcere/Gelatiere dell’anno e il Premio Bar Pasticceria/Gelateria dell’anno. Il gradino più alto del podio del Premio Van Houten Pasticcere/Gelatiere dell’anno è stato conquistato da Paolo Brunelli (foto in apertura), titolare della gelateria Combo (Senigallia, An). Gelatiere, cioccolatiere, "manipolatore di dolci": così si definisce Paolo Brunelli, maestro gelatiere marchigiano che lo scorso luglio ha inaugurato Combo (300 mp, di cui 150 di negozio, con 40 posti a sedere). Un pdv che arriva dopo quello di Agugliano (An), da cui tutto ha preso il via, e quello in centro a Senigallia (An). Un pluripremiato gelatiere, che nel 2011 ha ricevuto il Premio Gourmet per la sua Crema Brunelli e due anni dopo quello per la Torta Brunelli. Un autore di vari libri sul gelato dedicati ai professionisti, relatore a Identità golose e docente di corsi professionali, premiato con i Tre Coni del Gambero Rosso, nonché da Dissapore per il miglior gelato d'Italia. Tra le sue "invenzioni" più recenti, il Gelato in Barattolo e due dolci: il Tiramisù e la Zuppa Inglese: il primo valorizzato dal caffè specialty de Le Piantagioni del Caffè, il secondo da un Alchermes studiato dallo stesso Brunelli insieme al bartender Oscar Quagliarini.

Al secondo posto si è piazzato Domenico Di Clemente, Pasticceria Martesana (Milano). Terzo classificato Luca Lacalamita, Lula Pane e Dessert (Trani, Bt).

Il Premio Bar Pasticceria/Gelateria dell’anno vede al primo posto Casa Manfredi di Roma, la pasticceria di Giorgia Proia e Daniele Antonelli, premiata per la qualità delle sue proposte che spaziano dai dolci al gelato, dalla caffetteria di alto livello ai grandi lievitati, fino alle "brunch box", create in collaborazione con noti protagonisti della ristorazione romana. La mission dei due titolari è far sì che i clienti possano "sentirsi a casa, dalla colazione al tramonto", in un ambiente piacevole e accogliente. Giorgia e Daniele sono pieni di inventiva e, nonostante il lockdown, non si sono mai fermati. Hanno attivato il delivery, il take away e la vendita di torte "componibili", che il cliente può creare scegliendo fra 5 differenti tipi di strati (ciascuno dei quali in 3 varianti a scelta).

Al secondo si piazza la Farmacia del Cambio di Torino. Terzo posto per la Pasticceria De Vivo, Pompei (Napoli).

Scopri i vincitori del Premio Innovazione 2020

Marina Bellati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here