Un percorso a tappe serrate, quello che porta il marchio La Donatella nella sua prima pasticceria caffè. Nel 2016 Forno d'Asolo ha rilevato l'azienda di Jesolo attiva nella produzione di torte farcite e da forno. Attorno al marchio ha costruito l'offerta premium di dolci per la ristorazione e la pasticceria, con la collaborazione del pasticcere Alvaro Bido. Due anni dopo si completa l'evoluzione. Il 27 luglio ci sarà l'inaugurazione del primo punto vendita Pasticceria Caffè La Donatella - Venezia 1946, in Cannaregio 1382 a Venezia.

La Donatella pasticceria
Il brand La Donatella entra direttamente nel mondo retail con la sua prima pasticceria caffè a Venezia

Pasticceria raffinata, bakery dolce e salato

Location centralissima (pieno centro storico, vicinissimo alla stazione) per un format che prevede una raffinata offerta di alta pasticceria e un ampio catalogo di bakery dolce e salato, caffè e bevande. Il design del progetto ha fatto sue le “bricole” (i pali che segnano i canali della laguna), i gessi, il vetro, i damascati rivisitati, le cromie veneziane. L'idea è creare un’identità fortemente riconoscibile, autorevole ed unica.

Alessandro Angelon con Alvaro Bido
Alessandro Angelon, AD di Forno d'Asolo, con il pasticcere Alvaro Bido

«Sarà il fiore all'occhiello dell'azienda»

Alvaro Bido, titolare della Pasticceria Bido a Mestre, firmerà la produzione. Spiega Alessandro Angelon, AD di Forno d'Asolo: «Tanti fattori convergenti ci hanno spinto a questo passo, per noi molto importante. La collaborazione con Bido ci ha consentito di definire una nuova linea di produzione e di proporre quindi la gamma La Donatella Premium, la quale ha il suo naturale sbocco in ristoranti e pasticcerie di qualità. La Pasticceria Caffè La Donatella di Venezia sarà in qualche modo un punto di riferimento e un fiore all’occhiello per la nostra azienda. Nel momento in cui partivamo con tale innovazione, abbiamo pensato nel contempo di rafforzare il legame con l’origine del marchio: ecco allora la scelta dell’esordio nella città lagunare, un modo per omaggiare la tradizione nel momento in cui segniamo la strada per il nostro futuro».

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here