Nell’arco di un mese il gelato artigianale del Gelato Festival toccherà le piazze di Firenze, Roma, Torino e Milano. Sedici i gelatieri coinvolti, e c'è anche una data dedicata agli under trenta denominata Next Generation.

Giovani promesse in gara

Debutto in piazzale Michelangelo a Firenze, il 6 e 7 aprile. Seguiranno gli appuntamenti a Villa Borghese a Roma (13-14 aprile), in piazza Vittorio Veneto a Torino (27-28 aprile) e in piazza Castello a Milano (4-5 maggio), prima di volare verso Barcellona e proseguire con il tour europeo. La tappa nella Capitale coincide con la gara “Next Generation” riservata ai migliori gelatieri under 30. Il Gelato Festival è una manifestazione aperta ai consumatori: in ogni tappa, con un biglietto da 10 euro, il pubblico potrà assaggiare le creazioni dei gelatieri e votare il gusto preferito. E nel frattempo potrà distrarsi con assaggi e laboratori didattici sul gelato.

Entra anche il Giappone

Il vero debutto, però, dell'edizione 2019 è il weekend del 16-17 marzo a Miami. Il festival, nato a Firenze nel 2010, nel corso degli anni ha espanso il proprio raggio d'azione, estendendo il campo delle manifestazioni in Italia, in Europa e negli Stati Uniti. Da quest'anno anche il Giappone ospiterà una tappa (il 31 agosto-1 settembre, l'elenco completo è disponibile sul sito del Gelato Festival).

Visione globale e ranking che premia i migliori

I risultati delle gare tra gelatieri del 2019 porteranno alla finale dei Gelato Festival World Masters 2021. Risultano già qualificati i gelatieri Eugenio Morrone (vincitore della All Stars l’anno scorso) e Giuseppe Cimino (vincitore della prima finale tedesca). Alla finale di Gelato Festival World Masters 2021 parteciperanno 36 chef selezionati in tutto il mondo attraverso tutti gli appuntamenti in calendario. In parallelo, è nata proprio quest'anno una classifica ad hoc: il Gelato World Ranking. Ogni evento dell'universo Gelato Festival contribuisce a far guadagnare puti ai gelatieri, che possono così guadagnare le corone che certificano il gradimento del loro prodotto.

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here