Roberto Leoni, gelatiere e titolare delle Gelaterie Leoni di Cesena, ha voluto omaggiare il "suo" mare con una trovata originale: un gelato prodotto con l'acqua del mar Adriatico. Leoni, in collaborazione con Legambiente, Struttura Daphne di Arpae Emilia Romagna e Centro di Ricerche Marine di Cesenatico, ha realizzato un gelato con l’acqua prelevata al largo della costa di Cesenatico

roberto leoni
Il gelatiere cesenatese Roberto Leoni

Abbinato a una tartare di pesce

Lo ha chiamato gelato "A-mare" e lo ha presentato in collaborazione con lo chef Matteo Magnani del ristorante Diporto di Cesenatico, abbinandolo con delle tapas di pesce, per la precisione una tartare di ricciole e spada. Leoni non è nuovo a questo genere di proposte, visto che già in passato è andato alla ricerca di sapori particolari fra le colline dell'entroterra, da inserire nei suoi gelati.

Utili anche le erbe aromatiche dei fiumi romagnoli

Come si trasforma l'acqua di fronte a una spiaggia Bandiera Blu in ingrediente per un gelato? La Cooperativa Pescatori di Cesenatico ha prelevato l'acqua al largo, il Centro ricerche marine l'ha controllata. ll sapore è stato rafforzato dall’infusione di alcune erbe che vivono a contatto con le acque dei fiumi romagnoli: cicoria selvatica, dente di leone, ortica e fiori di malva che ne conferiscono il colore. Il crumble - preparato con farina di mais Ottofile, coltivato fino al dopoguerra in Romagna, vuole ricordare nel colore e consistenza la sabbia della spiaggia.

Chiudere in bellezza e originalità

Leoni ha anche mantenuto, nel suo gelato, la naturale salinità dell'acqua marina. Lo propone in abbinamento a gusti marcati: cioccolato fondente o pistacchio; o servito in accompagnamento a piatti di pesce, o ancora come dessert per chiudere un pasto in modo originale. E poi c'è un'altra finalità, oltre a quella di incuriosire il palato: il gelato è nato anche per sensibilizzare e tenere viva l’attenzione contro l’inquinamento di spiagge e fondali marini.

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here