Da Mara dei Boschi il gelato è prodotto più volte al giorno: «Piuttosto finisce, ma non rimane in vetrina» dice il responsabile del laboratorio Davide Ferrero. Un gelato non pensato per conservarsi a lungo, quindi preparato con meno zuccheri e grassi, più leggero. Materie prime di stagione determinano i gusti disponibili. «Più che una gelateria, questo è un laboratorio di ricerca. Ora stiamo studiando come inserire nel gelato le erbe officinali». In inverno si punta sui semifreddi, come il marotto, il gianduiotto gelato, disponibile anche nella versione al tartufo bianco di Alba. O sulle composizioni che abbinano il gelato ai dolci della casa, come le frittelle o la torta di nocciole. E poi coppe composte e affogati di gelato da accompagnare - volendo - ai caffè specialità del bar Orso, della stessa proprietà e adiacente alla gelateria. C’è la possibilità di preparare gelato su richiesta del cliente, anche in gusti gastronomici (minimo 500 g). Da segnalare le confezioni regalo in cartone, dove racchiudere le vaschette di polistirolo e da riutilizzare.

Flavia Fresia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here