"Cogito ergo sum, Uova che raccontano" è il titolo della mostra temporanea di uova di cioccolato allestita presso la Pasticceria Bompiani di Roma e ideata dal titolare Walter Musco. Dal 16 marzo al 1 aprile saranno esposte (e acquistabili) le sue 60 creazioni di cioccolato.
Si tratta di uova d’arte: non sono incartate e non contengono nessuna sorpresa. «Se pure commestibili - racconta Musco - spesso gli acquirenti scelgono di collezionarle e conservarle».

Uova di cioccolato Bompiani
Truman Capote

È il settimo anno che la Pasticceria Bompiani propone una mostra in cui arte e mondo dei dolci si fondono in un prodotto che scardina l’idea tradizionale delle uova pasquali. Dopo la musica, filo conduttore della mostra del 2017, quest’anno il riferimento è alla letteratura. Le uova-sculture di cioccolato omaggiano poeti, scrittori e saggisti come Bukowski, Kafka e Pasolini.

«Nessun intento didattico - sottolinea Musco -, ma il risultato è comunque di avvicinare le persone all’arte». Con queste iniziative la pasticceria Bompiani si è ritagliata «una clientela costituita da esteti e amanti della bellezza, in tutte le sue forme». Chi sceglierà di comprare le uova Bompiani le lascerà all’esposizione fino al giorno di Pasqua.

Un laboratorio per bambini

Il 16 marzo dalle 17:30 alle 20:00 è previsto anche un laboratorio per bambini "Porta il tuo libro preferito e disegnalo sul tuo uovo", un momento gratuito dedicato ai più piccoli (10 i posti disponibili), che disegneranno con coloranti alimentari nel cioccolato le copertine dei loro libri preferiti. "Vietati" quelli che riguardano i supereroi, le tifoserie e i fumetti.

Martina Benatti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here