Inizia questa sera, lunedì 12 marzo, su Tv8 (tasto 8 del telecomando) Best Bakery, la nuova trasmissione dedicata alla pasticceria; andrà in onda dal lunedì al venerdì alle ore 18:30, prodotta da Endemol Shine Italy.

Sono 72 le pasticcerie, provenienti da sei città italiane, che si sfideranno  per vincere il titolo di Best Bakery. Si inizia con Milano, poi Torino, Roma, Napoli e per ultime Palermo e Catania. Ogni settimana (per un totale di sei settimane) i due giudici, Paco Torreblanca e Alexandre Bourdeaux, si sposteranno di città in città alla ricerca delle pasticcerie migliori.

In giuria due maestri della pasticceria internazionale

Lo spagnolo Paco Torreblanca, classe 1951, miglior pasticciere di Spagna (1988) e d’Europa (1990), ha all’attivo diversi libri e due scuole di cucina che portano il suo nome. Grande appassionato delle stampe giapponesi, nei suoi dolci ricrea linee raffinate e minimaliste, combinate con sapori freschi e ingredienti locali. Lo raccontiamo sul prossimo numero di Dolcegiornale, in uscita a fine marzo.

Alexandre Bourdeaux, nato in Belgio nel 1976, è direttore dell’Accademia di cioccolateria Callebaut; ha viaggiato in giro per il mondo, perfezionando le sue competenze dolciarie, e organizzato eventi importanti come il World Chocolate Master.

Le sfide in settimana

Tre sono i fronti su cui si sfideranno i concorrenti dal lunedì al giovedì: dovranno superare la prova della “Prima impressione”, in cui saranno valutati la location e l'accoglienza dei giudici in ogni pasticceria. Toccherà poi alla prova “La specialità”, nella quale i pasticcieri faranno assaggiare ai maestri il loro prodotto di punta, al quale sarà assegnato un punteggio numerico.

Infine sarà il momento del “Dolce della sfida”, nel quale gli sfidanti avranno due ore e mezzo per preparare un dolce con una variabile a sorpresa decisa dai giudici.

La finale del venerdì

I campioni di ciascuna giornata si affronteranno nella puntata del venerdì fino all’elezione di un vincitore per ogni città, che si qualificherà per la finalissima nazionale.

Venerdì ci saranno due round: uno dedicato alla “Piccola pasticceria”, in cui i pasticcieri dovranno preparare dolci al bicchiere, biscotti secchi, paste e simili; e uno, “La Torta dei giudici”, in cui Torreblanca e Bourdeaux prepareranno una torta, che i concorrenti ancora in gara dovranno rifare, aggiungendo delle modifiche personali agli ingredienti.

Martina Benatti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here