Piccole eccellenze artigiane scovate un po' ovunque nel mondo, produttori di cacao di alta qualità, star della pasticceria e della cioccolateria, tavole rotonde e persino una sfilata di moda con abiti realizzati in cioccolato: c'è tutto questo a Milano dal 15 al 18 febbraio, un Carnevale ambrosiano che accoglie la terza edizione di Salon du Chocolat.

Nata 23 anni fa a Parigi, la manifestazione dedicata al cioccolato di eccellenza porta più di 80 produttori nel capoluogo lombardo per una fiera aperta al pubblico e agli appassionati, ma anche ai più "tecnici". Questa edizione insiste sull'approfondimento del percorso bean to bar, tendenza ormai imperante nel mondo del cioccolato di alta qualità che vede protagonisti prima di tutto i paesi produttori di fave di cacao come Colombia, Perù, Ecuador, Venezuale, Madagascar. Al Salon sono organizzate degustazioni di cioccolato monorigine e incontri sulla sostenibilità ambientale della coltivazione del cacao.

I grandi maestri della cioccolateria e della pasticceria italiane saranno presenti nei quattro giorni di fiera. Nomi di primissimo piano, a partire da quelli di Iginio Massari, Gino Fabbri, Davide Comaschi, Alessandro Borghese (con gli ultimi due protagonisti di uno showcooking inaugurale "a sorpresa" giovedì sera). Tra gli altri appuntamenti imperdibili di questo tipo ci sono l'invitante showcooking di Luigi Biasetto di giovedì sera alle 21 intitolato "Il cioccolato: gli italiani ne parlano ma non lo mangiano", l'omaggio a Marchesi firmato da Daniel Canzian sabato alle 13 e l'incontro su "La pasticceria mediatica" lo stesso giorno alle 16. Domenica sarà il turno di Iginio Massari alle 12; alle 15 Galileo Reposo si cimenterà con un panino dolce. Alessandro Comaschi della Pasticceria Martesana, pasticcere dell'anno ai nostri Bar Awards 2017, decorerà una torta monumentale venerdì alle 13. Il programma completo è disponibile sul sito della manifestazione.

Lo spazio Fermento guarderà al futuro: si potrà assistere al lavoro delle stampanti 3D in cioccolateria e alle storie e ai progetti delle grandi imprese del settore. Molto attesa la Chocolate Fashion Show, una sfilata in abiti in cioccolato. Si aprirà con la collezione Choco Epoque realizzata da Teatro della Moda, scuola milanese di alta sartoria, e i grandi Maestri AMPI. Poi seguiranno abiti realizzati da Maison BOissier, Jeffrey Cagnes e le creazioni di Davide Comaschi e Paolo Griffa. Last but not least, l'area Sensory Bar dove degustare cocktail in abbinamento con il cioccolato e assistere ad eventi dedicati al mondo della miscelazione.

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here