Il 2 dicembre a Milano la presentazione della terza edizione dell’osservatorio sul mercato del panettone. Registrati online per seguirla in streaming

Uno spazio conquistato facendo leva sulla qualità, quello che si è guadagnato il panettone artigianale in questi ultimi anni. Consolidato il sorpasso (a valore) del lievitato artigianale rispetto al prodotto dell'industria - a partire dalla campagna 2019 e con una importante conferma nella campagna 2020 - resta aperta la riflessione su quali opportunità ci siano ancora da cogliere per rendere il prodotto principe della pasticceria italiana ancora più forte.

I clienti più giovani come si possono attrarre? Le ricette creative possono portare risultati? Si può spingere sulla distribuzione, e se sì in che modo, per guadagnare altre quote di mercato? Domande a cui si proverà a dare una risposta alla presentazione della terza edizione dell'osservatorio sul mercato del panettone, una ricerca effettuata da NielsenIQ con il supporto di CSM Ingredients e che verrà presentata il 2 dicembre.

"L'evoluzione nei consumi del panettone in Italia", questo il titolo dell'appuntamento fissato per giovedì 2 dicembre alle ore 18, presso Eataly Milano Smeraldo (terzo piano) in Piazza XXV Aprile, 10 a Milano. L'evento si potrà seguire anche in diretta streaming.

CLICCA QUI E REGISTRATI

I perché delle scelte dei nuovi consumatori

La ricerca prende in esame l'ultima campagna natalizia, quella del 2020, e analizza i comportamenti di acquisto delle famiglie italiane. Include una analisi geografica del mercato, incrociata con il profilo degli acquirenti - per mostrare quale consumatore si sta spostando da un prodotto all'altro e dove questo sta avvenendo in misura maggiore, oltre che per analizzare quali siano l'età, i driver della scelta e le aspettative dei nuovi consumatori che si stanno approcciando al consumo del panettone artigianale.

Quali opportunità cogliere per allargare il mercato

L’analisi effettuata da Nielsen IQ prova a riassumere le potenziali leve da muovere per aprire ancora di più il mercato dei panettoni artigianali. Un lavoro che dovrà riguardare  l’assortimento (con variazioni sulla ricetta e sulle farciture, o la crescita di prodotti senza uvetta e senza canditi), il prezzo e la disponibilità del prodotto in canali di vendita che vadano oltre la sola vendita in negozio o pasticceria.

CLICCA QUI E REGISTRATI

Queste e altre riflessioni emerse dalla presentazione della ricerca saranno oggetto della tavola rotonda organizzata in concomitanza con la presentazione del 2 dicembre. Al dibattito prenderanno parte Aldo Uva, CEO di CSM Ingredients, Niccolò Beati, Senior Sales Consultant Nielsen IQ, Carlo Meo, direttore del Corso Brand & Retail Experience Design presso POLI.design Politecnico di Milano, Marco Pedron, Head Pastry Chef Ristoranti Cracco, e Giuseppe Ferrandi, responsabile Ufficio Acquisti Pane e Dolci, Esselunga S.p.A. Modererà l'incontro Rossella De Stefano, Direttore Responsabile delle testate Dolcegiornale e Bargiornale

I temi affrontati nelle Pillole di Panettone Day

La tavola rotonda rappresenterà in un certo senso il punto di approdo di un percorso di riflessione e condivisione iniziato quest'anno prima della finale del concorso Panettone Day (ideato e promosso proprio da CSM Ingredients). Dolcegiornale ha infatti seguito quel percorso con una serie di talk in videopodcast intitolati Pillole di Panettone Day. Dal packaging come elemento distintivo al nuovo ruolo dell'artigiano e della distribuzione: una serie di incontri utili pensati per tutti gli operatori del settore, per capire come adattare produzione e distribuzione del proprio prodotto nel migliore dei modi.

CLICCA QUI E REGISTRATI

 

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here