«Lo scorso anno era il mio primo Natale da Peck e abbiamo proposto il panettone Special edition con arancia, zenzero e ananas candito. Ha avuto un tale successo che ci siamo trovati, a qualche giorno dalla festa, a doverci giustificare: i clienti lo chiedevano, ma noi lo avevamo esaurito nonostante la produzione in circa 600 pezzi. Lo riproponiamo anche quest'anno assieme alla novità 2017». Galileo Reposo è il responsabile della pasticceria di Peck e ha dato un tocco di modernità e leggerezza all'offerta dolce della famosa gastronomia milanese.

Quest'anno il panettone di Natale Special edition punta su un soffice impasto dalla lunga lievitazione realizzato con caffè, cioccolato bianco e pistacchio. Ad arricchire ulteriormente il gusto del dolce, sulla glassa sono presenti una pioggia di pistacchi interi e il caffè. «Usiamo la miscela Milano realizzata appositamente per noi», spiega ancora Reposo a dolcegiornale.it, «quest'anno il gusto è molto più fine, abbiamo deciso di abbracciare l'eleganza di questi sapori».

Galileo Reposo, foto Francesca Brambilla – Serena Serrani

L'offerta natalizia di Peck conta circa 25 mila pezzi in tutto tra panettoni tradizionali, veneziane e special edition. «Il panettone tradizionale resta il più venduto, mentre è apprezzatissima la veneziana, perché molte persone ne apprezzano la semplicità e magari la preferiscono al panettone con i canditi. Mi piace pensare a questo lievitato tipico del Natale come a un prodotto davvero infinito: noi pasticceri ci divertiamo a inventarne diverse varianti. Conosco chi lo fa con i peperoni, chi con una cipolla dorata, ma sempre dolce: lo facciamo per divertimento e per cercare un approccio particolare, si presta bene. La forza sta nel non distruggere il cuore del panettone, che ormai non è più soltanto milanese ma conosce una vera esplosione anche all'estero». Oltre all'offerta tradizionale, da Peck si prepara una chicca in più: una pralina molto particolare al fegato grasso, tra il dolce e il salato.

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here