Gruppo Eurovo ha deciso di lanciare una iniziativa a supporto degli operatori del food service italiano, in questi mesi in forte sofferenza per le chiusure imposte dalla pandemia.  L’azienda, che produce uova e ovoprodotti sia per il mercato consumer che per quello professional, ha studiato un pacchetto per venire incontro alle esigenze di pasticcerie, locali e ristoranti e per aiutarli a integrare e migliorare le attività di consegna a casa.

Confezioni dalla grammatura ridotta

Le restrizioni impongono aperture a orari limitati, quindi agli esercenti servono approvvigionamenti ridotti e a prezzi competitivi. Spesso l'unica attività che rimane aperta è il delivery, e Eurovo ha provato a venire in aiuto per ridurre i costi: acquistando confezioni più piccole e dalla grammatura ridotta gli operatori potranno contare su magazzini più snelli, riducendo quindi gli sprechi ed evitando di avere stock di prodotti inutilizzati che scadono.

In altre parole, Eurovo ha creato una sorta di "catalogo parallelo" che consente ai professionisti di acquistare a prezzi competitivi anche comprando meno volumi e pack più piccoli rispetto a una situazione di normale apertura. L'iniziativa coinvolge gli ovoprodotti della linea professionale Eurovo Service Élite.

Nello specifico:

  • Ovoprodotti: albume, misto, tuorlo in bottiglia, preparato per uova strapazzate - invece del classico formato da 1kg disponibili da 250 g.
  • Uova sgusciate: formati smart da 6/4 uova per il food delivery, da 30 uova per la cucina o il laboratorio

«Un'opportunità per il settore»

«Il pacchetto delivery è studiato per dare un supporto concreto alle aziende, rispondendo all’esigenza di avere approvvigionamenti più contenuti e a prezzi più accessibili. Inoltre, le sosteniamo nello sperimentare nuovi business, in quanto siamo convinti che il food delivery, sia di piatti pronti sia di prodotti, continuerà a rappresentare un’opportunità per tutto il settore», spiega Danilo Ceci, Direttore Vendite Food Service di Gruppo Eurovo.

 

Ernesto Brambilla

Moira Nazzari da Pixabay

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here