A Lione il team italiano conquista il terzo posto: Mattia Cortinovis, Lorenzo Puca e Andrea Restuccia hanno vinto la medaglia di bronzo alla 15a edizione della Coupe du Monde de la Pâtisserie.

puca restuccia cortinovis coupe du monde
Lorenzo Puca, Andrea Restuccia e Mattia Cortinovis posano al Sirha a Lione accanto al tavolo con le loro preparazioni
tavolo italia coupe de monde
La consegna del terzo premio al Team Italia. A destra il coach Alessandro Dalmasso
medaglia di bronzo coupe du monde 2019
La medaglia di bronzo conquistata dal team italiano alla Coupe du Monde 2019

L'oro, per questa edizione 2019, è nelle mani della squadra della Malesia. Secondo posto per il team del Giappone. Una vera e propria marea asiatica, che solo il team italiano ha saputo arginare.

tavolo italia coupe de monde
Il podio della 15esima edizione della Coupe du Monde de la Pâtisserie: vince la Malesia, secondo il Giappone, terza l'Italia

L’appuntamento biennale più atteso dal mondo della pasticceria internazionale è giunto quest'anno ai 30 anni di longevità. Ventuno le nazioni in gara, provenienti dai cinque continenti. L'ultima vittoria italiana risale al 2015, poi esclusione automatica per regolamento nel 2017 e partecipazione "di diritto" quest'anno. Puca, Cortinovis e Restuccia, a Sigep 2018, avevano vinto le rispettive categorie del Campionato Italiano di Pasticceria Seniores, guadagnando così il diritto di rappresentare l’Italia a Lione.

I tre giovani pasticceri si sono allenati con Alessandro Dalmasso (argento alla Coupe du Monde de la Pâtisserie 2009 e presidente del Club italiano della competizione) e con Emmanuele ForconeFrancesco Boccia e Fabrizio Donatone, la squadra che ha conquistato l’oro nella stessa competizione nel 2015. Supervisore degli allenamenti, il Maestro Iginio Massari.

In gara, le squadre hanno avuto a disposizione dieci ore (dalle 6.30 del mattino alle 16.30) per preparare un buffet con 3 entremets al cioccolato, 3 entremets gelati alla frutta19 dessert al piatto e 3 sculture, di zucchero, cioccolato e ghiaccio. Le 21 nazioni in gara hanno dovuto attenersi a queste regole: tutte le pièce dovevano essere incentrate sul tema “Natura, Flora e Fauna”; il dolce al piatto doveva essere al 100% vegano, il dessert al cioccolato doveva essere preparato con un biscotto al miele e la scultura di zucchero doveva includere un elemento in zucchero soffiato.

Ecco il tavolo delle preparazioni di Lorenzo, Andrea e Mattia, valso il terzo posto. Bravissimi!

tavolo italia coupe de monde

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here