Mixology abbinata a pasticceria dolce e salata. È la formula di Casa Mago, il cocktail lounge che Marcello e Simona Trentini, rispettivamente chef e sommelier del ristorante stellato Magorabin di Torino, hanno aperto lo scorso febbraio di fianco al ristorante. Nel nuovo progetto i Trentini hanno coinvolto come consulente un amico, il pasticcere torinese Filippo Novelli, membro del team italiano vincitore della Coppa del Mondo della Gelateria 2012. E una giovane e pluripremiata barmaid, Carlotta Linzalata.

Una linea di pasticceria studiata ad hoc

Con Novelli, Marcello Trentini ha studiato una linea di pasticceria che, dice: «È la somma delle nostre esperienze e delle nostre visioni. Una proposta unica nel suo genere», che parte da una base comune - le tartellette monoporzione di pasta frolla, sfoglia, sablé o brisé - poi completate in versione dolce o salata.

Per il coté dolce, il punto di partenza è la rielaborazione di alcuni classici della pasticceria italiana e no. Nel menu d’esordio la scelta è tra 5 monoporzioni: pere & cioccolato, arancia & ganache, lemon tart, lamponi & cioccolato bianco, e tarte aux pommes, in carta a 9-10 €, più una degustazione di macaron.

Per la pasticceria salata, Novelli e Trentini hanno “riconcettualizzato” 7 classici degli american bar e dei tapas bar in giro per il mondo, per esempio il club sandwich o l’hamburger, in chiave di torte salate. Al posto del pane, la base anche in questo caso è la tartelletta monoporzione, completata con ingredienti selezionati per la loro qualità. La rivistazione dell’hamburger, per esempio, prevede una base di sfoglia, roast beef, cipolla e mostarda. Quella del pan tomate, una base di brisé, prosciutto crudo di Parma, pomodorini semi dry e olio evo.

Sul lato beverage, Linzalata ha ideato 5 signature drink, ma la carta comprende anche Gin Tonic da comporre a piacere, una dozzina di cocktail intramontabili, Champagne in bottiglia e al calice e vini al bicchiere.

Presto anche le torte e l'orario completo

Aperto per il momento solo la sera, dalle 18 in poi, Casa Mago propone solo monoporzioni, ma, dopo il rodaggio, si pensa di allungare l’orario di apertura a tutta la giornata e di introdurre anche torte al taglio. «Non faremo mignon e pasticcini, perché quello è un altro lavoro - rivela Trentini -. Stiamo pensando però a qualche dolce al cucchiaio, a qualche biscotto e al gelato. Per la prima colazione, la mia idea è di lavorare su una proposta incentrata su estratti di frutta e verdura, fette di torta e bomboloni fatti al momento. Un’altra idea per il futuro è quella di dare al locale la connotazione di bottega, con altre cose in vendita».

Flavia Fresia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here