Un'altra idea italiana premiata, anzi due: il cioccolatino Venchi Tiramisù, che mixa appunto la tradizione nella cioccolateria del gruppo torinese e quella del più famoso dolce del Bel Paese, ha vinto un riconoscimento nella categoria "Sapori dal mondo" al recente salone Gourmet Selection di Parigi.

Si tratta di una esposizione dedicata ai prodotti gourmet che accoglie produttori e artigiani da tutte le regioni della Francia e dell’Europa: Italia, Belgio, Spagna, Portogallo, Svizzera tra i Paesi più importanti presenti nel quartiere fieristico di Porte de Versailles. La pralina Venchi premiata è a strati alternati di pasta al caffè e crema di mascarpone con finiture di cacao Venezuela. È disponibile in versione sfusa o in elegante confezione regalo di metallo.

Per un'azienda italiana che mette in bacheca un riconoscimento internazionale importate, eccone un'altra che invece punta a una svolta "localista" per rinnovare un prodotto più che affermato: si tratta della Perugina, che ha selezionato 100 tra detti e proverbi popolari di 9 dialetti diversi (pugliese, genovese, milanese, romano, veneto, siciliano, piemontese, napoletano e perugino) per inserirli in una special edition dei suoi Baci. Su ogni singolo incarto del cioccolatino c'è la traduzione della parola "bacio" nei dialetti scelti. Naturalmente sul foglietto contenuto nell'incarto, oltre al detto a tema sentimentale o lavorativo o amoroso in dialetto, c'è la traduzione in italiano.

Il cartiglio di un Bacio Perugina in dialetto e in "traduzione" in italiano

Dunque sarà pur vero che "I inamoraa guarden minga a spend" (gli innamorati non badano a spese, dal detto suggerito in un Bacio in dialetto milanese), ma probabilmente davanti alle simpatiche novità - perfette per stimolare gli "acquisti d'impulso" - anche i clienti non coinvolti in relazioni sentimentali potrebbero lasciarsi tentare trovandosi davanti questi cioccolatini alla cassa. Da farci un pensierino.

 

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here