Milkjam Creamery è un concept che interpreta il gelato come uno snack o un dessert da condividere tra amici. Il cono scompare, o quanto meno si nasconde. Non siamo nel mondo gourmet ma in una nuova funzione d’uso del gelato.

È un concept trasversale per età e frequentazione che offre prodotti per le singole esigenze. Di più: introduce nuove forme di consumo: dagli ice cream driMilkjam Creamerynk al piatto da condividere in stile tapas, una selezione dei 12 migliori gusti di gelato. Anime del progetto sono due imprenditori di origine palestinese, ormai americani, Sameh e Saed Wadi, entrambi appassionati di cucina, che hanno creato un piccolo impero del food a Minneapolis.

Il locale è un incrocio tra una gelateria all’americana (grafica e materiali) e il layout di una all’italiana (grande banco di esposizione). L’insegna al neon è la sagoma di un grande cono, facilmente comunicabile rispetto alla complessità del concetto. I gusti in assortimento al momento sono presentati attraverso un monitor. Il focus visivo è sulle preparazioni che diventano rito, come è ormai abitudine nel mondo del food. Accanto alla vetrina dei gelati c’è quella dei biscotti, torte e ciambelle. Il locale rientra come costo al metro quadro nella media del settore, mentre le operation sono più lente proprio per la tipologia di preparazione, ma i prezzi del prodotto sono adeguati a garantirsi i corretti margini di guadagno. I gusti sono innovativi e legati alla nuova tipologia di servizio. Così Uma Thurman è fatto con yogurt greco e con uno swirl di frutto della passione e litchi, Milkjam con crema di latte di mucca, di capra e concentrato caramellizzati, Chasing Marrakech con cioccolato, arancia e spezie marocchine. Il gelato è venduto a singola pallina da $ 3,75, due palline $ 7,25.Milkjam Creamery Tra gli ice cream drink, solo per chi ha compiuto 21 anni, il più venduto è quello allo Champagne e birra lambic al lampone a $ 9. Da portare a casa o da ordinare on line esistono le pinte a 10 dollari l’una. Per tutte le creazioni è possibile, se non già incluse nella ricetta, aggiungere extra topping divisi in “salse” e “cose” a un dollaro l’una, come salsa al caramello salato o ciliegie al Maraschino Luxardo.

Carlo Meo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here