Alle vittorie del 2003, 2010 e 2014 si aggiunge il trionfo del 2018: la Francia torna a conquistare la medaglia d'oro alla Coppa del Mondo di Gelateria, la competizione internazionale che ha appena concluso la sua ottava edizione a Sigep. Il secondo posto è andato alla Spagna, il terzo gradino del podio è "abitato" dalla squadra australiana.

I transalpini raggiungono così l'Italia con 4 vittorie nella storia della competizione. «Abbiamo fatto tutto il possibile per ottenere ancora una vittoria, ci siamo impegnati durante gli allenamenti e sul campo gara. Abbiamo lavorato molto sul gusto e sull'organizzazione», ha dichiarato a caldo il team manager Joseph Aimar, che con gli altri componenti del gruppo Charvet Benoit (pasticcere), Christophe Domange (scultore del ghiaccio), Rémi Montagne (chef) e Jean-Thomas Schneider (gelatiere) ha partecipato con il tema Moulin Rouge in prove di gelateria, cucina, scultura di ghiaccio e in cioccolato.

Seconda classificata la Spagna che aveva scelto il tema Mago Merlino, terza l'Australia con il tema Star Wars. Gli australiani hanno anche trionfato in due categorie speciali: il gusto più innovativo della Mystery Box e la miglior mise en place dell'entrèe (la Francia vincitrice, invece, ha portato a casa le menzioni speciali per Ordine e pulizia ed Estetica).

«Alla prossima edizione tornerà in campo il team Italia e toglieremo dal regolamento l'esclusione del team vincitore in carica», ha spiegato Giancarlo Timballo, presidente della Coppa del Mondo della Gelateria, «confermiamo la partecipazione dei Garanti che hanno avuto un ruolo determinante nella conduzione della gara e saranno sempre selezionati all'interno del Club Italia della Coppa del Mondo della Gelateria composto dai campioni del mondo italiani delle precedenti edizioni. Quest'anno abbiamo avuto grandi professionalità e sempre più interesse anche all'estero, dimostrazione del fatto che l'attenzione per il gelato artigianale sta aumentando sempre più. Per questo motivo alla prossima edizione (in calendario a gennaio 2020, ndr) si accederà attraverso selezione e alcuni Paesi hanno già organizzato la selezione nazionale».

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here