L'avevamo detto che i carretti dei gelati stavano tornando in auge. Uno di loro ha raggiunto una collocazione assai prestigiosa, il museo più visitato d'Italia. Sì, perché nella Galleria degli Uffizi di Firenze ha aperto i battenti una gelateria artigianale mobile: un carretto che propone otto gusti classici (crema, cioccolato, fiordilatte, pistacchio, nocciola, frutti di bosco, limone, fragola) che i visitatori potranno assaggiare durante l'estate.

Cibo di qualità tra un quadro e l'altro

Attenzione, perché stiamo parlando di tanti, tanti, tanti visitatori (2.230.914 sono quelli che hanno attraversato le sale degli Uffizi nel 2018: come detto è il primo museo italiano in questa classifica). Una scelta che conferma la tendenza a introdurre offerte di food di alta qualità dentro ai complessi museali. Un po' come ha fatto la Pinacoteca di Brera con il Caffè Fernanda, il bistrot-caffetteria aperto a ottobre 2018.

Gioco d'anticipo su un'estate che non arriva

«L'estate sembra aver intenzione di presentarsi in ritardo, ma noi non ci faremo trovare impreparati: siamo l'unico museo a Firenze a essere dotato di una gelateria artigianale», conferma il direttore degli Uffizi Eike Schmidt.

gelateria uffizi 2
Il direttore degli uffizi Eike Schmidt posa accanto al carretto dei gelati artigianali

Il gestore è lo chef Simone Bartolini

Ma veniamo al gelato, che i visitatori trovano sulla terrazza collocata sulla loggia dei Lanzi in piazza Signoria. Lo prepara il team della Bottega di pasticceria di Simone Bartolini del ristorante "La panacea del Bartolini" e gestore anche della Caffetteria del Museo degli Uffizi da ben 21 anni.

«Idea realizzata in 10 giorni»

«L'idea non è nostra, ma del direttore Schmidt», spiega a dolcegiornale.it Simone Bartolini, «e l'abbiamo realizzata in dieci giorni soltanto. Abbiamo allargato gli spazi e rimodernato gli arredi esterni della caffetteria sulla terrazza e in un angolo abbiamo collocato questo carretto con gli otto gusti. Al momento arriva da un gelatiere artigianale di Prato, poi introdurremo il gelato che produciamo noi nel nostro laboratorio della Bottega - dal quale arriva anche il resto dell'offerta della caffetteria del museo».

Coppette in tre formati, a 3,4 e 5 euro

Il gelato si può consumare in coppetta, in tre dimensioni al prezzo di 3, 4 e 5 euro. «È gelato artigianale, i gusti non hanno tutti la stessa consistenza essendo tutte ricette diverse. Volevamo evitare problemi con i coni, quindi solo coppette. Abbiamo assunto una persona nuova solo per il carretto, che è stato personalizzato con nostri colori e la scrittta "Gelateria degli Uffizi"».

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here