Da un'idea di Legambiente Sicilia. Prima ancora, dall'esperienza di qualche attivista che ha visto con orrore delle gelaterie offrire cucchiaini di plastica (inutili) a clienti che chiedono un cono gelato o una brioche ripiena: nasce così l'idea di una campagna, Cominciamo dal cono, per sensibilizzare i titolari delle gelateria verso il tema della sostenibilità ambientale.

Solo cono, no ai cucchiaini inutili e raccolta differenziata fatta bene

Ci spiega Elisabetta Vassallo, l'attivista che ha lanciato l'idea e l'ha presentata al recente Sherbeth Festival: «L'idea è offrire alle gelaterie tutti i materiali di comunicazione - display, cartoline, merchandising - chiedendo in cambio che vengano applicate alcune scelte in materia di sostenibilità ambientale. Prima di tutto, cuore della campagna, favorire l'utilizzo del cono al posto della coppetta. Perché è sì un prodotto "monouso", ma è 100% biologico e biodegradabile e anche dovesse restarne una parte, inquina meno di una coppetta in plastica o carta. Secondo punto, impegnarsi a utilizzare, nel caso, solo coppette in materiali compostabili certificati. Terzo, non proporre l'utilizzo del cucchiaino di plastica quando non è necessario. Quarto, importantissimo: fare la raccolta differenziata all'interno del locale».

 

 

«Vogliamo portare la campagna al Sigep»

L'idea è stata proposta ai 50 maestri gelatieri presenti a Sherbeth. «Hanno manifestato interesse», spiega Vassallo, «Ora vogliamo intercettare altre gelaterie e provare a coinvolgere un'azienda del settore per partecipare, con la campagna, a tutti gli eventi gelateria del Sigep di Rimini, in gennaio». La campagna è al vaglio dell'organizzazione nazionale di Legambiente e potrebbe diventare una iniziativa allargata a tutto il Paese.

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here