Va bene che il lievitato da ricorrenza si presta a variazioni e sfoggi di creatività, ma qui siamo di fronte a un'idea... da sballo. Insieme al boom dei negozi di cannabis legale, in tutta Italia, è spuntato un mercato di prodotti alimentari "alternativi", che sotto le Feste annovera anche il panettone alla cannabis.

Dietro a brand che strizzano l'occhio alla "maria" o all'eterna foglia verde, ci sono prodotti di pasticceria artigianale che incontrano un discreto successo. Da un paio di anni c'è più di un panettone "alla cannabis" in circolazione, ma sono tutti accomunati dall'assenza di THC, il principio attivo che dà effetti psicotropi quando ingerito, fumato o inalato (è illegale, in tutta Europa). L'unico vero sballo arriva dall'apprezzare qualità di uvetta, burro e uova utiizzati dai pasticceri per preparare questi panettoni alternativi.

A casa in 45 minuti

A Milano spopola il panettone alla cannabis di JustMary, il primo delivery cannabis di Milano. «Lo consegniamo in 45 minuti», spiega il fondatore di JustMary Matteo Moretti a dolcegiornale.it. «Sta avendo successo, ne abbiamo venduti 40 nella prima settimana, abbiamo ordinato altre sfornate e stiamo ricevendo un mare di ordini. Contiamo di venderne dai 350 ai 400 entro Natale. Il nostro è un target alto-spendente, il panettone costa 40 euro sul nostro sito (consegna solo a Milano e hinterland), 49 euro su Amazon per tutto il territorio nazionale e l'Europa». Lo produce la Pasticceria Capetta di Fontanellato (Pr). Cosa c'è dentro? «Uvetta di alta qualità, canditi siciliani, farina di canapa mescolata con la farina normale e dell'olio CBD (componente della cannabis con effetto rilassante e terapeutico, ndr) , che noi vendiamo anche sfuso. Non è un panettone "che sballa", naturalmente».

Piccolo e particolare

CB WEED cannabis legale, catena con 43 punti vendita affiliati - per il 70% in Emilia Romagna - aveva già proposto lo scorso anno un prodotto simile. «Anche quest'anno tornerà, solo nel formato piccolo, da 100 g», spiega l'amministratore Riccardo Ricci. «Ce lo produce una pasticceria artigianale di Forlì, si chiama Forno pasticceria Bassini». Qui niente olio CBD: «Solo farina di semi di canapa e farina di grano tenero, per la nostra rivisitazione del panettone classico, con cioccolato fondente al posto dell'uvetta e uova di allevamento a terra non intensivo. Stiamo ancora valutando il prezzo, ma sarà basso per farlo conoscere. Anche per questo abbiamo pensato di tenere la pezzatura piccola».

Dall'Olanda con essenza di canapa

Cannabis Store Amsterdam, primo franchising italiano di prodotti commerciali alla cannabis legale con 100 punti vendita in franchising in tutta italia e 30 in Europa, non poteva mancare. «Lo scorso anno abbiamo venduto 20.000 panettoni, quest'anno puntiamo a superarci, con una produzione di 60.000 pezzi. Pezzatura da 450 g, con scaglie di cioccolato, tra i 10 e i 15 euro il prezzo al pubblico», ci spiega Giovanni Bianco, responsabile commerciale. Lo produce un laboratorio dolciario olandese, Canna store srl, per conto di Cannabis Store Amsterdam. «Si sente la canapa al 100%, contiene essenza di canapa ricca di cannabinoidi, ma, ovviamente, senza il THC».

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here