Davide Comaschi, campione del mondo di cioccolateria e direttore del Chocolat Academy Center Milano, ha ideato una moderna versione del classico uovo di Pasqua. Usando burro di cacao e cioccolato bianco belga Callebaut, e ispirandosi all’Architetto barcellonese Antoni Gaudì, ha dato vita ad un vero e proprio mosaico avveniristico dai colori oltremarini. Le tessere colorate che compongono l’uovo di pasqua di Comaschi si incastrano tra loro, unendo gusto e design e creando un’opera di arte cioccolatiera che punta a soddisfare non solo i palati più esigenti ma anche la vista.

Il campione mondiale di cioccolateria non è stato l’unico tra i pastry chef del Chocolate Academy Center di Milano, a sbizzarrirsi nella reinterpretazione dell’uovo di Pasqua. Il resident chef Alberto Simionato le ha rivisitate pensando ai loro principali destinatari e fruitori. Così utilizzando diversi tipi di cioccolato a marchio Cacao Barry come lo Zéphyr, il Lactée, l’Elysée e il Mi-amère, ha ideato una serie di animaletti divertenti destinati ai bambini, molto colorati e caratterizzati da grandi occhi a palla. Questo nell’ambito del corso appena conclusosi “Soggetti in cioccolato” che ha visto alcuni studenti misurarsi, sotto la guida di Simionato, con la possibilità di creare una linea di personaggi di ispirazione fiabesca: draghi, galline, pecorelle, nonché animali marini a costituire un vero e proprio acquario in cioccolato. I personaggi creati sovrastano delle semi-uova di cioccolato così da creare una linea di continuità con il dolce pasquale.

Mattia Marzola

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here