Negli Stati Uniti continua l'espansione della catena di gelaterie Stefano Versace Gelato, sull'onda del gradimento sempre maggiore del gelato artigianale da parte dei consumatori americani. Le vendite di gelato negli Stati Uniti sono cresciute enormemente, passando da 8 milioni di dollari nel 2009 ai 214 milioni di prodotto venduto nel 2014. Versace apre ora altri quattro punti vendita e sbarca anche su strada.

Piccola, ma performante

Tra le nuove aperture c'è una chicca: la gelateria (probabilmente) più redditizia al mondo. Un locale di soli 13 mq, dentro il lussuoso Aventura Mall di Miami, il più grande della Florida. Il fatturato, dichiara Stefano Versace, supera il milione di euro l'anno. Sempre nei mall, sono in dirittura d’arrivo i negozi di Port Charlotte e di Tallahassee, capitale della Florida, e quella di Philadelphia a Park City Center.

Dai turisti ai professionisti della finanza

Fuori dai centri commerciali, la catena tenta l'approccio alla strada. Punti vendita che sembrano del tutto normali da noi, ma che sono piuttosto particolari se consideriamo le dinamiche commerciali e di consumo degli Stati Uniti, dove il traffico si concentra quasi esclusivamente nei grandi mall. Versace vuole provarci, e apre a Wynwood, nell'art district di Miami, tra i villeggianti di Key Biscane, Brickell, quartiere residenziale e finanziario a sud di Miami, e a Plantation, città della contea di Broward, nel sud della Florida. Presto l'insegna apparirà a Siesta Key, nella contea di Sarasota. 

Spopolano gli healthy food

Entro la fine dell'anno Versace vuole arrivare a contare 30 gelaterie. Il fatturato è in crescita: è passato da mezzo milione milioni di dollari del 2016 a 1 milione e 500 mila nel 2017, per chiudere il 2018 con 4 milioni e una previsione di 9 milioni per il 2019. Lo scontrino medio si attesta sui 12 dollari. La formula è cambiata con il tempo: «Le gelaterie non servono solo il gelato», spiega Versace in una nota diffusa alla stampa, «ma sono anche caffetteria, smoothie bar, bakery. Un grande successo ultimamente lo stanno registrando gli healthy food e la açay bowl (ciotole gustose con frullato di bacche di açay, yogurt e altri ingredienti di accompagnamento). A riprova del fatto che l’attenzione all’alimentazione di qualità e ai principi della sana nutrizione sta prendendo piede anche negli Stati Uniti».

Ernesto Brambilla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here